Arretramento volontario di carriera.

Home Diritti del lavoro Domande frequenti Arretramento volontario di carriera.

Visualizzazione 1 filone di risposte
  • Autore
    Articoli
    • #8437
      Sindacato-Networkers.itSindacato-Networkers.it
      Amministratore del forum

      Salve Dilepide,

      con l’approvazione del decreto attuativo 81/2015 dallo stesso anno è possibile “per il datore di lavoro” spostare il lavoratore a mansioni di livello inferiore, purchè sia mantenuta al dipendente la stessa retribuzione.

      Il suo caso è un pò diverso, credo che debba trovare un accordo con il suo titolare, suggerisco anche se le è possibile, di farsi assistere da ufficio sindacale del suo settore e nel suo territorio.

      Noi siamo della Uil, se vuole dirci dove risiede potremmo indirizzarla ad un ns. ufficio.

      Saluti, Gioia

    • #8432
      AvatarDilepide
      Partecipante

      <p style=”text-align: left;”>Buonasera,</p>
      spero di aver inserito la domanda nella sezione del forum corretta, in caso contrario mi scuso fin da ora.

      Sono operatore logistico in un’azienda di occhialeria (Ccnl occhialeria), sono stato assunto tramite agenzia nel Novembre 2018, a Marzo 2019 sono stato assunto direttamente dall’azienda con contratto determinato che nel Novembre 2019 si sarebbe tramutato in un tempo indeterminato, ed ho superato il periodo di prova di 2 mesi. A Giugno 2019 mi é stato offerto di diventare capo squadra, dal 1 Luglio 2019 questo ha comportato:

      Passaggio da un livello 2 ad un 3s, con relativo aumento fi stipendio.

      Passaggio da tempo determinato a tempo indeterminato a decorrere dal 1/7 anziché dal 1/11 come originariamente previsto da contratto.

      Ora, tale posizione mi sta causando non pochi problemi, sia dal punto di vista lavorativo, sia personale, a livello di ansia e continue preoccupazioni.

      Volevo chiedervi, posso proporre all’azienda di retrocedere nuovamente all originario livello 2, con relativa diminuzione di stipendio?

      Nella lettera di assunzione, così come in quella di modifica del contratto, non si fa riferimento alcuno alla possibilità di rinuncia, od alle relative conseguenze.

      Qualora fosse possibile, posso mantenere almeno il contratto a tempo indeterminato?

      Vi ringrazio fin da ora per le risposte.
      <p style=”text-align: center;”></p>

Visualizzazione 1 filone di risposte
  • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.