Aumento concesso e non ripsettato

Home Diritti del lavoro Domande frequenti Aumento concesso e non ripsettato

Tag: 

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Sindacato-Networkers.it Sindacato-Networkers.it 4 mesi, 2 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #5749
    Sindacato-Networkers.it
    Sindacato-Networkers.it
    Amministratore del forum

    Buongiorno Holly77,

    sì, in busta paga deve risultare la voce indicata nella comunicazione che le hanno inviato precedentemente.

    Si tratta di un aumento definito da contratto collettivo o con accordo aziendale? Quale voce sta scritta in busta paga relativa all’aumento?

    Se l’azienda è disposta a darle la differenza mancante, gliela farà avere nelle prossime buste paga secondo un accordo (sempre scritto) tra le parti.

    Faccia comunque una comunicazione all’azienda il prima possibile.

    Altro consiglio che posso darle è di fare controllare sia la lettera relativa all’aumento, sia la sua busta paga a un ufficio sindacale, così da verificare che tutte le voci siano a posto.

    Cordialmente,

    Mario

  • #5748

    Holly77
    Partecipante

    Buongiorno,

    mi è stato concesso un aumento di stipendio (ho un regolare contratto a tempo indeterminato). Sulla lettera hanno indicato il netto concesso (come primo dato della lettera) e successivamente il lordo calcolato per raggiungerlo.

    Ora, a distanza di alcuni mesi, emerge che il lordo calcolato non equivale al netto pattuito (sono 80euro netti in meno ogni mese).

    Posso esigere la correzione? Quale delle due cifre indicate fa fede? Possono rifiutare di rispettare il netto indicato nella lettera di aumento? Entro quando, se posso farlo, devo chiedere la regolarizzazione?

    Grazie e cordiali saluti

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.