Busta paga: valenza della firma

Home Diritti del lavoro Domande frequenti Leggi-CCNL-Sentenze Busta paga: valenza della firma

Questo argomento contiene 0 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da Redazione Redazione 2 mesi, 4 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #7202
    Redazione
    Redazione
    Amministratore del forum

    La firma sulla basta non vale come prova del reale pagamento della cifra indicata sul documento consegnato dal datore di lavoro al lavoratore.

    A dirlo è la Corte di Cassazione con l’ordinanza numero 21699/2018 dove si esplicita come la firma attesta solamente la consegna effettiva della busta paga al dipendente e non del pagamento della somma dovuta scritta sul documento.

    A sostegno di questa decisione, la Corte si è affidata a decisioni passate fatte sempre sullo stesso argomento: le sentenze n. 7310 del 2001 e la n. 13150 del 2016.

    Secondo la Cassazione – facendo riferimento alla sentenza n. 245 dell’11 gennaio 2006 – solo la firma messa dal lavoratore sui documenti fiscali come il CUD e il modello 101 conferma la prova che gli importi indicati su questi documenti sono stati realmente versati dal datore di lavoro, accettando il contenuto delle dichiarazioni fiscali e la correttezza dei dati scritti.

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.