Cambio inquadramento azienda e CCNL: obbligo o no?

Home Diritti del lavoro Domande frequenti Leggi-CCNL-Sentenze Cambio inquadramento azienda e CCNL: obbligo o no?

Visualizzazione 2 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #9386
      Avatarioioio
      Partecipante

      Grazie per la risposta ma forse non mi sono fatto capire bene..più che la facoltà di poter applicare un CCNL diverso, vorrei capire se, una volta persi i requisiti per l’artigianato (es. per superamento dei limiti dimensionali) l’azienda ha l’OBBLIGO di convertire il CCNL a quello relativo allo stesso settore industriale (con vantaggi per i dipendenti e, di conseguenza, svantaggi per l’azienda).. o se, anche con 50 dipendenti, l’azienda può continuare ad applicare un CCNL artigiano, con indubbi vantaggi quali i minimi tabellari decisamente sotto la media nazionale

      • #9388
        Sindacato-Networkers.itSindacato-Networkers.it
        Amministratore del forum

        Buongiorno,

        grazie per la precisazione.

        L’orientamento giurisprudenziale dice che l’azienda dovrebbe applicare il Ccnl corrispondente all’attività “effettivamente” esercitata dall’imprenditore.

        L’Ispettorato del lavoro, inoltre, potrebbe sanzionare il datore di lavoro che gode di “crediti privilegiati” nei confronti dei suoi debitori non essendo più un’azienda artigiana.

        Bisogna capire pure se l’azienda è aderente o aderirà a un’associazione datoriale che firma un Ccnl di categoria che intende applicare. Questo vincolerebbe l’azienda all’applicazione del relativo Ccnl.

        In linea generale, per evitare controversie di tipo vertenziale, sarebbe auspicabile che il datore di lavoro senta anche i suoi dipendenti sui cambi di Ccnl che vorrà mettere in atto.

        In ultima istanza, si potrebbe trovare un punto di incontro con le conciliazioni in sede di Direzione territoriale del lavoro o a livello sindacale.

        Saluti,

        Mario

    • #9381
      Sindacato-Networkers.itSindacato-Networkers.it
      Amministratore del forum

      Buongiorno,

      in generale l’azienda ha la facoltà di applicare un Ccnl diverso dall’attuale. L’importante è che vengano garantiti i diritti acquisiti dai lavoratori fino al momento del cambio.

      Le consiglio comunque di sentire i colleghi della categoria presenti nella sua città o provincia che firma il Ccnl di arrivo, per valutare la necessità di un’intesa che sancisca il cambio di Ccnl.

      Saluti,

      Mario

    • #9376
      Avatarioioio
      Partecipante

      Buongiorno, quando un’azienda artigiana perde i suoi requisiti ed è obbligata ad inquadrarsi come industria?

      quali sono gli effetti sul CCNL? Deve essere modificato? Chi è tenuto o può sollevare la questione? (Il tutto considerando il fatto che il passaggio di CCNL da artigiano ad industria, per questo specifico settore – Chimica – è a vantaggio dei dipendenti)

      grazie!

Visualizzazione 2 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.