Collega crea malumore

Home Diritti del lavoro Domande frequenti Parità di genere Collega crea malumore

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Sindacato-Networkers.it Sindacato-Networkers.it 18 ore, 5 minuti fa.

  • Autore
    Articoli
  • #7587
    Sindacato-Networkers.it
    Sindacato-Networkers.it
    Amministratore del forum

    Buongiorno,

    la situazione è abbastanza delicata.

    In primis, a mio avviso, il datore di lavoro dovrebbe trovare una soluzione a questo clima di conflitto.

    Anche il datore di lavoro può diventare responsabile di questa situazione, se non pone fine al problema, dato che deve garantire il benessere psico-fisico dei propri dipendenti.

    Immagino sia anche un contesto aziendale piccolo, senza la possibilità di richiedere il trasferimento in un altro reparto.

    Si può denunciare ma bisogna avere al solito prove e testimonianze dei colleghi.

    Saluti,

    Mario

  • #7583

    marti75
    Partecipante

    Buongiorno

    Cercheró di essere breve!

    circa 1 anni fa, mi hanno affiancato un collega dove gli o insegnato il lavoro. A giugno si è licenziato per andare altrove, ma L azienda lo ha riassunto a tempo indeterminato (dopo un anno di contratti a tempo determinati).

    dopo qualche altro mese L azienda ha assunto un altra persona per aumentare la squadra.

    lui ha chiesto alla persona nuova che tipo di contratto aveva ed appena ha saputo che L azienda L aveva assunto a tempo indeterminato ha cambiato carattere perché in confidenza mi ha detto che non era giusto che lui era qui da più tempo e deve prendere quanto uno nuovo e pure con il contratto a tempo indeterminato.

    da qui ad oggi, questa persona è diventata menefreghista, non collabora, fa quello che vuole, continua a mattersi in malattia.

    ci siamo lamentati con il datore di lavoro che ha detto di portare pazienza almeno questo mese perché serve la squadra.

    poco fa, ha preso un richiamo verbale perché un giorno non venne a lavoro e si dimentico di avvisare il datore di lavoro.

    dopo questo episodio, la persona è diventata ancora più distaccata e sta trasmettendo malumore sia a me che alla persona nuova!

    il nostro lavoro purtroppo non ha mansione specifica , ma è una mansione gestionale E quindi difficile dimostrare che lui gioca con il cellulare, si fuma 20 sigarette al giorno. Anche perché nella nostra posizione siamo solo in 3 e non c’è nessun altro che vede.

    Premetto che questa persona sta cercando altrove e si è fatta anche ‘sgamare’ dall azienda che sta cercando altro.

    Detto questo, ho avuto una mezza discussione perché mi ero stancata di vedere questa persona menefreghista e gli ho detto di smetterla con le sue finte malattie etc. Mi ha mandato a fare in **** e mi ha minacciata dicendomi che si sarebbe messa di nuovo in malattia.

    ha abbandonato il posto di lavoro e si è messa in malattia per farsi altri week end lunghi.

    ora a lavoro c’è malumore quando c’è questa persona.

    il datore di lavoro evidentemente sa che ha le mani legate per licenziarlo ma io personalmente soffro molto il malumore, lo stress nel vedere io che sgobbo come una cretina e questa che quando viene non fa nulla e continua a fare quello che vuole.

    come posso tutelarmi? Cosa posso fare per far finire una volta per tutti questa situazione?

    non ci possono nemmeno cambiare reparto ma io sto tanto male. Senza vederla lavoro benissimo ma se c’è invece mi viene il nervoso!

    Grazie amici per il vostro prezioso aiuto!

    ps: è una persona che non ascolta, ci ha pure detto che lui non ha nessun responsabile ( mancando anche di rispetto al nostro responsabile)

    Grazie a tutti

     

     

     

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.