W3Schools

Comunicazione lavoro intermittente non avvenuta

Home Diritti del lavoro Domande frequenti Orario di lavoro Comunicazione lavoro intermittente non avvenuta

Visualizzazione 1 filone di risposte
  • Autore
    Post
    • #8761
      Sindacato-Networkers.itSindacato-Networkers.it
      Amministratore del forum

      Salve Anonimagmail,

      le mie informazioni riguardanti il contratto a chiamata sono le seguenti:

      il datore di lavoro (o chi per esso) deve avere attivato il contratto di lavoro prima che il lavoratore inizi un qualsiasi lavoro nella attivita aziendale.

      il datore di lavoro deve comunicare la chiamata con un certo anticipo (il tutto in genere è regolato all’interno del contratto);

      il datore di lavoro può comunicare con il lavoratore anche tramite mail;

      Consiglio di informarsi presso una struttura sindacale della sanità, per avere ulteriori informazioni. Noi siamo della Uil, se vuole dirci dove risiede, potremmo indirizzarla ad un ns. ufficio.

      Saluti, Gioia

       

    • #8760
      AvatarAnonimagmail
      Partecipante

      Buonasera,

      nel 2019 sono stata assunta con un contratto di lavoro intermittente (CCNL ARIS Sanità Personale non medico) con scadenza al 31/12/2019. Di fatto, la mia ultima giornata lavorativa è stata il 18/12/2019.

      Il 30/12 mi hanno comunicato che mi avrebbero rinnovato il contratto, ma sarei dovuta andare a firmare il 7/01/2020.

      In ogni caso, attendevo la “chiamata”, ovvero la comunicazione dell’orario di lavoro, come di consueto. Normalmente, mi veniva comunicato un orario mensile ed, eventualmente, alcune variazioni in settimana.

      Non avendo ricevuto nessuna comunicazione, non mi sono presentata a lavoro e oggi sono andata a firmare il nuovo contratto.

      Oggi pomeriggio mi chiamano dal posto di lavoro chiedendomi, in malo modo, per quale motivo non mi fossi presentata. I clienti erano lì ad aspettarmi e io non ne sapevo nulla.

      La persona con cui mi sono scontrata è fermamente convinta che l’errore sia il mio, perché avrei dovuto essere io ad informarmi circa l’orario di lavoro e non lei a comunicarmelo.

      A me questo non risulta, soprattutto perché il contratto era scaduto (dice che non lo sapeva…).

      Ovviamente ho fatto una brutta figura davanti ai clienti, anche perché la suddetta persona mi ha fatto passare per bugiarda (insiste, inoltre, che io il contratto lo avevo fino a giugno, quando, in realtà mi è stato rinnovato oggi fino a marzo).

      Vorrei sapere se sono davvero in torto io e, quindi, vorrei imparare la lezione e sapermi muovere meglio in futuro, oppure se l’errore è stato dell’amministrazione e come posso comportarmi.

      Spero di essere nella sezione giusta. Grazie.

Visualizzazione 1 filone di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.