Contratto sostituzione maternita\' – durata e dimissioni

Home Diritti del lavoro Domande frequenti Contratto sostituzione maternita\' – durata e dimissioni

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Sindacato-Networkers.it Sindacato-Networkers.it 2 mesi, 3 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #7219
    Sindacato-Networkers.it
    Sindacato-Networkers.it
    Amministratore del forum

    Salve Nic,

    il contratto a termine in questione è con “causale” e cioè legato alla maternità della sua collega. Le ferie post-maternità sono un classico del prolungamento del contratto a termine. La durata massima di un contratto a termine è recentemente diminuita da 36 mesi a 24 mesi. Lei si può dimettere, deve trovare un accordo con il suo attuale datore di lavoro.

    Saluti ancora, Gioia

  • #7208

    Nic
    Partecipante

    Grazie mille per la risposta. Posso rifiutare l`estensione del contratto?

    o sono quindi obbligato a rimaner in azienda fino a quando non ritorna? Non hanno un limite massimo i contratti a termine? Ad averlo saputo non l`avrei mai firmato.

    Se dovessi andar via, come fanno a quantificarmi la penale da pagare, dato che non si sa ancora quando la ragazza torna?

    • Questa risposta è stata modificata 2 mesi, 4 settimane fa da  Nic.
  • #7206
    Sindacato-Networkers.it
    Sindacato-Networkers.it
    Amministratore del forum

    Salve Nic,

    secondo le mie informazioni, l’azienda ha la possibilità di far slittare la fine del contratto a termine fino a quando la lavoratrice in questione non rientra sul posto di lavoro. Deve (l’azienda) notificarle l’ ulteriore allungamento del periodo, non più come sostituzione maternità ma, sostituzione ferie.

    Se lei chiude il rapporto di lavoro anticipatamente, deve pagare una penale che varia secondo quanto è il periodo in meno da lei lavorato. Le consiglio di trovare un accordo con il suo datore di lavoro.

    Saluti, Gioia

  • #7200

    Nic
    Partecipante

    Buonasera,

    Sono assunto da un’azienda con contatto di sostituzione maternita’ full time da inizio anno e, dato che non saro’ probabilmente confermato, mi sono gia’ mosso per cercare un nuovo lavoro.

    Diverse aziende mi hanno gia’ domandato quanto sarei disponibile per iniziare a lavorare e non ho purtroppo potuto dare una corretta risposta in quanto il mio contratto non ha una vera propria scadenza.

    Esso recita: “il contratto sara’ valido fino al rientro dalla maternita’ della Sig.ra xxxxxxxx”. Non ha quindi una data di scadenza.

    Ho sentito la responsabile del personale e mi ha detto che la Sig.ra ha comunicato di rientrare dalla maternita’ a meta’ Ottobre, ma potrebbe poi usufruire delle ferie e rientrare fisicamente in ufficio a Novembre o Dicembre.

    Il mio contratto quindi scadrebbe quando finisce la sua maternita’ o quando lei torna dalle ferie e sara’ fisicamente presente in ufficio? Sono obbligati i miei titolari a comunicarmelo?

    Se ipoteticamente un’azienda mi domandasse di iniziare a lavorare ad inizio Ottobre, quale penale potrei subire? Posso dare le dimissioni in anticipo?

    Grazie

     

    • Questo argomento è stato modificato 2 mesi, 4 settimane fa da  Nic.

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.