Dimissioni per giusta causa

Home Diritti del lavoro Domande frequenti Licenziamenti Dimissioni per giusta causa

Questo argomento contiene 7 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da Sindacato-Networkers.it Sindacato-Networkers.it 1 mese fa.

  • Autore
    Articoli
  • #8469
    Sindacato-Networkers.it
    Sindacato-Networkers.it
    Amministratore del forum

    Salve Silvia88Zero17,

    come già detto, per affrontare il suo datore di lavoro, deve  farsi assistere da una struttura sindacale nel suo territorio.

    La modifica del contratto non può avvenire in modo unilaterale; qualora ciò avvenisse lei può impugnare legalmente tale modifica. (Cioè rivolgersi ad un legale del lavoro)

    Le consiglio di farsi assistere lei e i suoi colleghi da un sindacato, se vuole darci ulteriori informazioni in modo riservato puo scrivere al seguente indirizzo.

    e-mail: consulenza@sindacato-networkers.it

    Saluti Gioia

  • #8466
    Avatar
    Silvia88Zero17
    Partecipante

    Buongiorno,

    Ringrazio nuovamente per la pronta e gentile risposta.

    Volevo sapere se a questo punto, visto che stanno facendo tutto il possibile dai piani alti per indurci a chiedere di mutare il nostro contratto da full time a part time, se posso avvalermi di qualcosa (legge, argomentazione o simili) che mi permetta di lavorare dal lunedì al venerdì, in modo da poter iscrivermi o agli studi o di trovare un’altro impiego part time.

    Cordiali saluti,

    Silvia

  • #8436
    Sindacato-Networkers.it
    Sindacato-Networkers.it
    Amministratore del forum

    Silvia88Zero17,

    per poter accedere alle dimissioni per “giusta causa”, deve poter dimostrare che, il datore di lavoro fa pressioni ingiustificate per ottenere o le vs. dimissioni o la modifica consensuale del contratto individuale di lavoro. La modifica organizzativa dell’orario di lavoro, non può essere considerata come motivo di giusta causa. Posso suggerire di rivolgersi ad una struttura sindacale nel suo territorio per farsi assistere in questo frangente.

    Noi siamo della Uiltucs, se vuole dirci dove risiede potremmo indirizzarla ad un ns. ufficio nella sua città.

    Saluti, Gioia

  • #8428
    Avatar
    Silvia88Zero17
    Partecipante

    Buongiorno,

    non si preoccupi per il ritardo.

    Comunque sì, necessito ancora di un chiarimento.

     

    Cordiali saluti,

    Silvia Boscolo Bragadin

  • #8417
    Sindacato-Networkers.it
    Sindacato-Networkers.it
    Amministratore del forum

    Salve Silvia88Zero17,

    mi scuso per il gravissimo ritardo, volevo solo richiedere se aveva ancora bisogno di delucidazioni o aveva già provveduto.

    Scusi ancora per il ns. ritardo, saluti

    Gioia

  • #8395
    Avatar
    Silvia88Zero17
    Partecipante

    Buonasera, spero di star scrivendo nella sezione giusta per il mio caso.

    Da due anni e mezzo lavoro come commessa presso il unto vendita di una catena GDO, il primo anno con contratto a tempo determinato, orario lavorativo full time, passato il quale ho avuto la trasformazione del contratto in tempo indeterminato, 4 livello, sempre orario lavorativo full time. Ora sta subentrando un nuovo gestore dell’attività, che vuole “snaturare” le dinamiche del negozio e delle nostre mansioni. Il nostro responsabile di negozio ci ha quindi informato che dal 1 settembre gli orari saranno spezzati, in quanto per il nuovo gestore non ha senso che lavoriamo 6-8 ore di seguito (intervallate da una pausa di mezz’ora), e che questa persona farà tutto il possibile per far sì che o noi chiediamo che ci venga cambiato l’orario lavorativo in parte time, o sarà lui a proporcelo prima o poi. In base a queste info, se io mi dimettessi, potrei farlo per giusta causa (con conseguente accesso alla Naspi) ? Perché il cambiamento da full time a part time, con conseguente dimezzamento della retribuzione, non mi permetterebbe di potermi mantenere, in più non mi darebbe nemmeno modo di poter trovare contestualmente una seconda  occupazione part time.

    Grazie mille per il tempo dedicatomi

  • #7067
    Sindacato-Networkers.it
    Sindacato-Networkers.it
    Amministratore del forum

    Buongiorno Ivan87,

    la giurisprudenza indica come un dipendente si possa dimettere per giusta causa senza preavviso dopo il mancato pagamento alla scadenza del periodo o della data prevista nella contrattazione collettiva di riferimento.

    Nel caso dei metalmeccanici, alla fine di ogni mese, massimo entro il 15 del mese successivo (con interessi), salvo prassi aziendali esistenti con periodi diversi o accordi sindacali specifici.

    In questo caso, le dimissioni per giusta causa fanno accedere all’indennità di disoccupazione Naspi.

    Per ogni evenienza, le consiglio vivamente di sentire anche l’ufficio sindacale della sua categoria (la UILM) presente nella sua città, così da valutare bene la sua situazione contrattuale e richiedere poi all’azienda quanto dovuto in termini di tredicesima, tfr, ecc.

    Cordialmente,

    Mario

  • #7063
    Avatar
    Ivan87
    Partecipante

    Buonasera,volevo sapere se il mancato pagamento anche di una sola mensilità dello stipendio può permettermi di licenziarmi per giusta causa senza preavviso. Il contratto e Metalmeccanico piccola media industria. Sono un operaio di 3 livello. Grazie sin d’ora dell’aiuto.

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.