Dimissioni per lavoro grigio

Home Diritti del lavoro Domande frequenti Orario di lavoro Dimissioni per lavoro grigio

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Sindacato-Networkers.it Sindacato-Networkers.it 8 mesi fa.

  • Autore
    Articoli
  • #6436
    Sindacato-Networkers.it
    Sindacato-Networkers.it
    Amministratore del forum

    Buongiorno Troxy26,

    provo a risponderle per punti, così come li ha elencati lei.

    – No, non può citarlo, salvo che abbia recato danni all’azienda ma non mi pare ci siano i presupposti. Anzi…

    – Se vuole dare le dimissioni per giusta causa facendo emergere le ore di lavoro non conteggiato in busta paga, bisogna che lei le dimostri davanti al giudice tramite vertenza. Per questo, può farsi assistere da un nostro ufficio sindacale della sua città.

    – Sì, il datore le dovrà pagare le competenze di fine rapporto nell’ultima busta paga (tfr incluso). Se questo non dovesse avvenire entro 60 giorni, può richiedere quanto dovuto prima tramite raccomandata con ricevuta di ritorno e poi tramite vertenza sindacale.

    – Per le ore in più, come scritto sopra, le consiglio infine di rivolgersi a un nostro sindacato, così da valutare tutte le “carte” a disposizione (testimonianze, email, sms, bonifici, ecc.) per richiedere quanto dovuto.

    Cordialità,

    Mario

  • #6420

    troxy26
    Partecipante

    Salve.

    Vorrei un’informazione riguardo alla mia situazione.

    Sono assunto da circa 7 anni da un’azienda di servizi a tempo indeterminato part time e inquadrato come livello 1 C.C.N.L. commercio terziario.

    Nel contratto e così anche nelle buste paga è indicato che il mio orario di lavoro dovrebbe essere della durata di 5 ore lavorative al giorno dal lunedi al venerdi.

    Effettivamente il mio datore di lavoro mi ha sempre fatto lavorare ogni giorno per ben 8,5 ore al giorno incluso il sabato mattina.

    Non sopporto più questa situazione e vorrei dimettermi.

    Conosco già la procedura di dimissioni online e posseggo il pin INPS per effettuarle.

    Vorrei dimettermi senza preavviso e sono disposto a risarcire il datore di lavoro con l’indennizzo per il mancato preavviso.

    La mie domande sono:

    Una volta che ho effettuato le dimissioni, terminando il mio rapporto lavorativo, il datore di lavoro può citarmi in qualche modo?

    Ed inoltre, può la mia situazione lavorativa (lavoro grigio) essere motivo di <i>dimissioni per giusta causa</i>?

    Una volta terminata la procedura di dimissioni e cessato il rapporto lavorativo, il datore di lavoro è tenuto a pagare il tfr che mi spetta e la questione finisce li, giusto?

    Posso richiedere il risarcimento delle ore in cui ho lavorato in più rispetto a quelle dichiarate nel contratto?

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.