Ferie o riposo?

Home Diritti del lavoro Domande frequenti Ferie Ferie o riposo?

Questo argomento contiene 12 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da Sindacato-Networkers.it Sindacato-Networkers.it 1 mese, 3 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #6173
    Sindacato-Networkers.it
    Sindacato-Networkers.it
    Amministratore del forum

    Salve Elena,

    mi scusi, rileggendo la sua mail oltre all’utilizzo dei Rol, si il datore di lavoro, può anche spalmare nella settimana le ore lavorate in meno al sabato. Trovi un accordo.

    Saluti ancora,

    Gioia

  • #6170

    Elena
    Partecipante

    salve…sono segretaria di studio medico (medico di base) ci han proposto di “spalmare” durante la settimana le 4 ore che cadono soventi di prefestivo (quando c’è un prefestivo l’ambulatorio al pomeriggio è chiuso) perchè altrimenti ce le mettono sempre come ferie…ora chiedo a livello x così dire legale è fattibile?

    • #6171
      Sindacato-Networkers.it
      Sindacato-Networkers.it
      Amministratore del forum

      Buongiorno Elena,

      no, infatti deve usare i cosiddetti ROL (Riduzione Oraria di Lavoro).

      Lo faccia presente al suo datore di lavoro. Soprattutto perché le ferie non vanno godute né a ore né a singoli giorni.

      Cordialmente,

      Mario

  • #6107

    Elena
    Partecipante

    salve lavoro come segretaria in uno studio medico associato (4medici) quando c’è un pre-festivo l’ambulatorio al pomeriggio è chiuso e quindi stavo a casa anche io (così durante l’anno mi frego un sacco di ferie) ora chiedo ma devo stare a casa oppure posso andare a lavorare?

    grazie

    • #6108
      Redazione
      Redazione
      Amministratore del forum

      Buongiorno Elena,

      grazie per contattati innanzitutto.

      Dalla sua domanda non riesco a capire se l’ambulatorio è completamente chiuso nei prefestivi per scelta dei datori di lavoro o comunque resta aperto al pubblico o per lavori interni.

      Inoltre, le chiedo di indicarmi quale CCNL le applicano, così da vedere se c’è qualche aspetto specifico che regola le ferie e le festività.

      Se riesce a darmi queste informazioni, proverò a darle un’indicazione utile.

      Cordialmente,

      Mario

      • #6110

        Elena
        Partecipante

        salve allora in caso di prefestivo il medico se fa ambulatorio di pomeriggio non c’è perchè  dalle 10 è in funzione la guardia medica…ed in teoria l’ambulatorio è chiuso…ora chiedo ma io potrei andare ugualmente o sono obbligata a stare a casa?

        sono assunta come impiegata  4° livello studi professionali cipa con mansioni addetta alla segreteria

        grazie

        • #6111
          Redazione
          Redazione
          Amministratore del forum

          Se lo studio medico è chiuso per decisione del suo datore, va da sé che debba restare a casa.

          Per quanto riguarda l’uso delle ferie:

          – Se fa 5 giorni lavorativi su 7 ha diritto a 40 ore di permessi retribuiti. Se lo fa su 6 giorni (da lunedì a sabato) ha diritto a 66 ore.

          – In entrambi i casi, ha diritto a ulteriori 32 ore di permesso retribuito derivanti dalle ex festività abolite.

          Quindi, deve chiedere e usare i permessi retribuiti (consumati su base oraria) al posto delle ferie (consumati su base giornaliera).

          Spero di essere stato di aiuto.

          Cordiali saluti,

          Mario

  • #5590

    magioya
    Partecipante

    Buongiorno,grazie infinite per la celerità. L azienda in questione applica sempre,non in casi sporadici,questa tipologia di orari.  Settimana da 47 e successiva da 33 . Il contratto che ho firmato non specifica nulla di tutto ciò,  ma scrive nero su bianco che le mie 40 ore contrattuali sono distribuite su 6 giorni, ma non è mai stato così. Da quel poco che credo di conoscere del ccnl ,le mie 40 ore possono essere distribuite su 5 o 6 giorni a discrezione della azienda e non su 7 su 7 superando le 40 settimanali per poi farmi fare 33 ore la settimana successiva, altrimenti cosa sta a significare la parola “straordinario” se non ,tutto ciò che faccio in una settimana al di fuori delle mie 40 ore? Credo che ci sia una interpretazione alquanto bizzarra delle regole. Si,io potrei anche lavorare 7 su 7 e per 11 giorni consecutivi,ma ciò non deve comportare il superamento del mio monte ore settimanale. O sbaglio?

    Per la questione ferie poi…altra bizzarria! Ho stilato le mie ipotetiche ferie estive,di 2 settimane consecutive, però, a differenza del “normale”periodo di lavoro ,le ferie sono di 6 +6 e non di 7+7 ,quindi vi é la certezza che io non lavori nella domenica centrale alle due settimane ,perché ovviamente fuori sede,ma no sulla domenica delle fine ferie. Non so se le ho spiegato bene la cosa.

    Di sicuro prenderò un appuntamento  con un vostro ufficio di zona perché le domande sono molte e complesse,ma almeno spero di togliermi qualche dubbio con il suo aiuto.  La ringrazio anticipatamente.

    • #5591
      Sindacato-Networkers.it
      Sindacato-Networkers.it
      Amministratore del forum

      Buongiorno Magioya,

      le 40 ore settimanali si devono calcolare in un asse di tempo medio di un anno. Le 3 ore eccedenti rispetto alle 44 ore stabilite nel CCNL sono da considerarsi straordinario.

      Per quanto riguarda le ferie, se il suo contratto esplicita che le 40 ore settimanali sono su 6 giorni lavorativi, lei ha diritto a due domeniche di riposo su 2 settimane di ferie.

      Sia per verificare che le ore sono correttamente retribuite e sia per le ferie, le consigliamo di far vedere i documenti (lettera di assunzione e alcune delle ultime buste paga) a un nostro collega della sua città.

      Se ci scrive la città dove lavora, possiamo indicarle il nostro ufficio più vicino a lei.

      Cordialità,

      Mario

  • #5589
    Sindacato-Networkers.it
    Sindacato-Networkers.it
    Amministratore del forum

    Buongiorno Magioya,

    grazie per avermi specificato l’applicazione del ccnl. Questo mi consente di darle ulteriori informazioni.

    L’articolo 125 del nuovo CCNL Commercio 2015 prevede la possibilità da parte del datore di lavoro – in base alle variazioni dell’intensità lavorativa aziendale – di superare l’orario contrattuale in determinati periodi dell’anno fino al limite di 44 ore settimanali, per un massimo di 16 settimane.

    Nei periodi di minore intensità lavorativa, l’azienda dovrà riconoscere nel corso dell’anno ai lavoratori interessati, un pari numero di ore di riduzione.

    L’azienda deve comunicare per iscritto ai lavoratori il programma di flessibilità oraria e le eventuali variazioni devono essere comunicate con un preavviso di almeno 15 giorni.

    Quindi, le chiedo: l’azienda fa quello che ha scritto nel primo post per tutto l’anno o solo in certi periodi?

    Le ferie, inoltre, non vanno godute a ore ma a giornate o a settimana secondo quanto le ho scritto nel mio primo post.

    Tuttavia, è importante capire se nella sua azienda esiste anche una contrattazione integrativa aziendale che regoli questi aspetti.

    Se mi sa dire questo e inoltrare il relativo documento all’email consulenza@sindacato-networkers.it posso darle ulteriore supporto.

    Infine, può provare a discuterne col suo datore di lavoro usando le indicazioni che le ho fornito. Qualora non si dovesse raggiungere un accordo e lei intende far valere i suoi diritti, l’ultima strada percorribile è quella sindacale a livello territoriale.

    Spero di essere stato d’aiuto e resto in attesa di un suo riscontro.

    Cordialmente,

    Mario

  • #5588

    magioya
    Partecipante

    Sono del settore commercio. Nella specifico,faccio la commessa. Mi scusi ma non vedo una risposta nel suo messaggio. Io le ho chiesto due cose in particolare. Se avessi il tempo di andare direttamente da un sindacato, non mi ritroverai qui a scrivere. Il fatto di rivolgermi ad un vostro ufficio nella mia zona,lo avrei comunque fatto nel momento in cui,questo servizio online che offrite, fosse risultato utile e immediato.

     

  • #5586
    Sindacato-Networkers.it
    Sindacato-Networkers.it
    Amministratore del forum

    Buongiorno Magioya,

    in linea generale, secondo l’articolo 148 del CCNL Terziario (se le applicano questo contratto collettivo) le ferie vanno godute nel periodo tra maggio e ottobre.

    Sempre secondo il suddetto articolo, la determinazione delle ferie potrà avvenire anche in periodi diversi dell’anno ma dietro accordo tra le parti e con una programmazione.

    Le ferie inoltre non possono essere frazionate in non più di due periodi.

    Qualora le applichino il nostro CCNL e non c’è un accordo tra le parti, le consiglio di rivolgersi a una nostra struttura sindacale del suo territorio.

    Per trovarne una più vicino a lei, può consultare la mappa dell’Italia qui nella colonna di destra del nostro sito web.

    Cordialmente,

    Mario

  • #5579

    magioya
    Partecipante

    Buonasera, sono un 5 livello full time a tempo determinato. L’azienda per cui lavoro ha l abitudine di stabilire un orario bisettimanale con una settimana da 47 ore e la successiva da 33 e mi ritrovo a lavorare per 11 giorni consecutivi prima di poter riposare e già la cosa non mi va per nulla bene, anche perché nel codice etico della azienda viene indicato un orario di 40 ore su 6 giorni a settimana,ma così non é!

    Vengo al punto. Questa settimana mi ritrovo impostate 47 ore ma con 7 di ferie “forzate” ,quindi 40+7 ma io mi chiedo: se sono un 40 e mi fai fare comunque 40 perchè mi decurti in più 7 ore di ferie? Quali ferie sto realmente facendo?? Mi sembra di sognare.

    Grazie anticipatamente

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.