Ferie obbligatorie dettate dal datore di lavoro

Home Diritti del lavoro Domande frequenti Ferie Ferie obbligatorie dettate dal datore di lavoro

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da Sindacato-Networkers.it Sindacato-Networkers.it 4 mesi, 1 settimana fa.

  • Autore
    Articoli
  • #6856

    Marco
    Partecipante

    Buongiorno, durante le ferie estive dettate dal datore di lavoro, sono andato a donare il sangue e mi hanno dato il solito figlio da portare al datore di lavoro, ma lo hanno strappato e buttato via dicendo che ero in ferie e non mi spettava niente. È possibile che hanno ragione loro?

    • #6857
      Sindacato-Networkers.it
      Sindacato-Networkers.it
      Amministratore del forum

      Buongiorno Marco,

      sì, in questo caso ha ragione il datore di lavoro.

      La legge n.219 del 21 ottobre 2005 – legge che regola l’astensione da lavoro per la donazione del sangue – non prevede alcuna indicazione specifica per i casi come i suoi.

      Quindi, se è vero che le ferie hanno lo scopo del recupero psicofisico del lavoratore e rappresentano un giorno di assenza retribuita, il giorno di assenza per la donazione del sangue si configura come un’assenza da lavoro calcolata comunque come giornata di ferie.

      Spero di essere stato chiaro e di aiuto.

      Cordialmente,

      Mario

  • #6699
    Sindacato-Networkers.it
    Sindacato-Networkers.it
    Amministratore del forum

    Buon giorno,

    immagino che il contratto applicato sia “Studi professionali”, l’art. 83 dsel CCNL stabilisce:

    “E’ facoltà del datore di lavoro stabilire il periodo di ferie di norma da maggio ad ottobre, in funzione delle esigenze della struttura lavorativa e sentiti i lavoratori, e secondo i principi del D.Lgs. 66/2003 in materia”.

    La malattia interrompe le ferie, ma non è buona regola utilizzare impropriamente tale diritto.

    Saluti, Gioia

  • #6698

    paolasordi
    Partecipante

    Buonasera,

    Avrei una domanda da farvi. Lavoro presso uno studio Legale ,e sono stata assunta 3 anni fa con il Jobs Act, part-time, con 4 settimane di ferie all’anno, premesso questo, il mio datore di lavoro ha deciso di chiudere lo studio per tutto il mese di agosto , in questo modo non ha dato scelta ai dipendenti di scegliere le proprie ferie. La mia domanda è questa, se l’ultima di settimana di “ferie forzate” mandassi un certificato di malattia, le mie ferie s’interrompono  in quella settimana o comunque vengono scalate? A mio parere è un abuso di potere, la scelta delle ferie dovrebbe essere in parte una scelta del dipendente.

    Grazie

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.