Infermiere RSSA

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Sindacato-Networkers.it Sindacato-Networkers.it 8 mesi, 2 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #5553
    Sindacato-Networkers.it
    Sindacato-Networkers.it
    Amministratore del forum

    Buongiorno Harbort,

     

    Scorrendo il CCNL di cui lei fà menzione, non ritrovo l’inquadramento contrattuale stabilito in livelli (lei parla di 7livello) ma in categorie dalla F alla A, dove l’inquadramento F è il massimo livello e inquadramento A è il livello più basso. L’infermiere generico è inquadrato alla categoria C2, trova tutto specificato all’art. 19 del suddetto CCNL.

    Art. 44 del CCNL – ferie – Il socio e il lavoratore dipendente di cui al presente contratto ha diritto ad un periodo di ferie annuali, non rinunciabili e non monetizzabili, nella misura di 4 settimane. Le ferie non potranno essere frazionate in più di tre periodi. Il diritto alle ferie è irrinunciabile e inalienabile.

    Le consiglio di rivolgersi a struttura sindacale nel suo territorio, per essere assistito in questo frangente. Noi siamo della Uil, se ci dice dove risiede e lavora , potremmo indirizzarla ad un ns. ufficio.

     

    Saluti Gioia

    • #5556

      Harbort
      Partecipante

      Buonasera, ma non è questo il ccnl in questione? :

      https://cisal.org/images/documenti/CCNL/CCNL-Dit.ti-settore-SERVIZI.pdf

      Qui le categorie sono numeriche e pertanto in linea con la dicitura che ho sul contratto.

      Vedrò di recarmi in zona per chiarire la situazione. Grazie!

      • #5562
        Sindacato-Networkers.it
        Sindacato-Networkers.it
        Amministratore del forum

        Buongiorno Harbort,

        comunque ci troviamo di fronte a un contratto firmato da alcune sigle sindacali che non fanno riferimento alle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale.

        Spero abbia avuto modo di contattare un nostro ufficio UIL per farsi assistere.

        Se necessario, ci ricontatti così da indicarle un nostro ufficio più vicino alla città dove lavora.

        Cordialmente,

        Mario

  • #5551

    Harbort
    Partecipante

    Buongiorno, scrivo per chiederVi chiarimenti in merito alla mia situazione lavorativa e contrattuale.

    Lavoro in RSSA da un paio di mesi. Il mio contratto prevede l’assunzione part – time con “qualifica di operaio – livello 7 – del CCNL dei dipendenti di aziende e cooperative esercenti attività nel settore servizi CISAL con mansioni di INFERMIERE.”

    Ora, il primo problema: documentandomi sul CCNL in questione mi è sembrato di capire che gli infermieri e qualunque figura laureata dovrebbero appartenere al livello 5, con una posizione retributiva decisamente più alta dei 5,74€ lodi all’ora che diventano, al netto, 4,68€ (forse sarebbe stato più remunerativo fare le pulizie, considerando le responsabilità che la mia professione prevede!)

    Inoltre, da contratto, la mia prestazione lavorativa dovrebbe essere pari a 24 ore settimanali mentre ne vengono effettuate minimo 35 (5 giorni da 7 ore) che aumentano inesorabilmente con almeno mezz’ora/un’ora in più al giorno. Davanti alle mie perplessità durante la firma del primo contratto “prova” di un mese mi è stato detto che, successivamente, sarebbe stata integrata una clausola di estensione dell’orario di lavoro, cosa che ancora non è avvenuta e che ho paura non abbia alcun valore legale.

    Parlando con i colleghi che sono lì da più tempo, risulta inoltre che abbiano a disposizione dieci giorni di ferie all’anno (5 pagati e 5 non pagati), risultano questi in linea con la posizione contrattuale?

    Dovessi aver ragione sull’illeggittimità delle condizioni contrattuali e sull’errata applicazione del CCNL, come sarebbe consigliato muoversi?

    Vi ringrazio anticipatamente. Saluti.

     

     

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.