La PEC ha valore legale?

Home Diritti del lavoro Domande frequenti La PEC ha valore legale?

Questo argomento contiene 0 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da Redazione Redazione 1 anno, 7 mesi fa.

  • Autore
    Articoli
  • #4682
    Redazione
    Redazione
    Amministratore del forum
    • Città:

    Domanda

    Devo inviare una comunicazione tramite PEC al commercialista. Vorrei sapere se ha valore legale.

    Risposta

    L’articolo 16 del Decreto Legislativo 185/2009 convertito in legge 2/2009 obbliga società, professionisti e Pubblica Amministrazione ad attivare un vero e proprio “domicilio elettronico” virtuale denominato PEC (Posta Elettronica Certificata). La PEC permette di sostituire raccomandate A/R, fax, corriere.

    Il Decreto del Presidente della Repubblica n. 69 del 11/2/2005 informa tecnicamente dell’uso di tale strumento virtuale. Il Codice dell’Amministrazione Digitale (D.L. 82/2005 modificato ed integrato dal D.L. 235/2010) ribadisce ulteriormente il valore legale della Posta Elettronica Certificata come strumento di trasmissione telematica.

    In particolare, grazie alla PEC si ha:

    • trasmissione, inoltro e riproduzione semplice ed economica;
    • Un sistema di archiviazione e ricerca semplice ed economico;
    • Un invio multiplo, cioè a più destinatari contemporaneamente, facile e con costi molto più bassi rispetto a quelli dei mezzi tradizionali;
    • Una comunicazione veloce senza che il destinatario sia presente per la consegna delle comunicazioni;
    • Una facilità di consultazione e di uso della PEC anche da postazioni diverse da quella del proprio ufficio o abitazione (c’è bisogno soltanto di un PC connesso ad Internet e un normale browser web). Si può controllare in qualsiasi momento grazie alla presenza permanente del messaggio nella vostra casella di posta elettronica;
    • Una copia dei contenuti originali del vostro messaggio nella ricevuta di avvenuta consegna.

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.