Malatia professionale

Home Diritti del lavoro Domande frequenti Salute e Sicurezza Malatia professionale

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Sindacato-Networkers.it Sindacato-Networkers.it 6 mesi, 3 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #6659
    Sindacato-Networkers.it
    Sindacato-Networkers.it
    Amministratore del forum

    Buongiorno Piazzalunga,

    ne parli col suo medico di base, facendogli presente tutti i problemi che ha sia legati al lavoro, sia quelli precedenti.

    Sicuramente deve essere il medico del lavoro poi a certificare la malattia professionale.

    Quindi provi a capire col medico di base come gestire al meglio il periodo transitorio di malattia in attesa del certificato.

    Cordialmente,

    Mario

  • #6641

    Piazzalunga
    Partecipante

    Salve,

    Sono un ragazzo di 31 anni e faccio un lavoro estremamente esposto a vibrazioni. L’anno scorso ho subito una frattura del polso all’osso uncinato(non infortunio ma ortopedico l’ha collegato ad eccesivo stress ).

    Dopo essere rientrato da questa frattura alcuni episodi di problemi circolatori alla mano che gia da 3 anni sofrivo sono peggiorati e facendo una visita dal fisioterapista m’ha diagnosticsto,a suo parere,la sindtome di Raynaud condiglisndomi di farlo presente in azienda .

    Ovviamente in azienda non sono stati presi provedimenti ed ora oltre ha mani che perdono la circolazione,ossa del polso dolenti s e’ aggiunto un dolore al gomito che dopo una prima visita sembrerebbe essere epitrocleite.

    Da qui,complice che avevo la visita annuale del lavoro,mi sono fatto coraggio e ho dichiarato tutzo al medico che sembrerebve voglia farmi fare vidite agiuntive per avere una diagnosi e consiglisndomi del riposo nell’attesa??????

    Ovviamente e’una soluzione utopica e poco accettata in azzienda e quindi dato che il dolore persiste ho cercato di tamponare con fisioterapie e antidolorifici.Da quando ho fatto questa dichiarazione il comportamento nei miei confronti al lavoro e’peggiorato e ieri sono stato trattato non troppo bene alla richiesta d’uscita di 30min primi,tempo utilizzato per farmi massaggiare.

    All’ora da qui chiedo consiglio su come procedere dato che ho molto dolore,il medico del lavoro ad oltre una settimana non m ‘ha ancora chiamato.

    Conviene mettersi in malatia?

    Se si conviene fare presente che i dolori derivino dal lavoro anche se non ho ancorane prove ne conferme cartacee?

    Ringrazio per il tempo dedicatomi.

    Saluti

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.