Orario di lavoro

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Sindacato-Networkers.it Sindacato-Networkers.it 2 settimane, 5 giorni fa.

  • Autore
    Articoli
  • #8348
    Sindacato-Networkers.it
    Sindacato-Networkers.it
    Amministratore del forum

    Buongiorno,

    per quanto riguarda la Naspi, ne perde il diritto se rifiuta la proroga. L’Inps concede la Naspi per la perdita – involontaria – del posto di lavoro.

    Valuti tramite il seguente link del sito dell’Inps tutte le condizioni possibili per avere la Naspi: https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=50593

    Per quanto riguarda il preavviso, solitamente la contrattazione prevede un “ragionevole” preavviso per la comunicazione di cambi turni, se vuole sapere questo preciso aspetto questo con la sua domanda.

    Poi, in base al tipo di attività, solitamente sono previsti degli orari di lavoro dei turni su base almeno settimanale.

    Il mio consiglio, tuttavia, è di firmare se possibile un accordo scritto col datore di lavoro. Soprattutto se prevede che le verrà difficile conciliare le sue esigenze familiari (bisogna vedere anche quanti anni ha sua figlia, perché fino a una certa età può usufruire di permessi. Per approfondire: https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=46130) con le richieste dell’azienda.

    Saluti,

    Mario

  • #8345
    Avatar
    tsantin
    Partecipante

    <p style=”text-align: left;”>Buongiorno avrei un paio di domande. Ho appena firmato un contratto di lavoro di 3 mesi direttamente con l’azienda, ma l’ho firmato con la clausola verbale (direttamente al responsabile) che venissero rispettati i miei orari di entrata e uscita. Ho già lavorato per loro per due mesi tramite agenzia, e devo iniziare con il nuovo contratto da domani ma ho già saputo che vorranno cambiarmi subito l’orario di lavoro. Vorrei sapere se hanno l’obbligo di darmi un decente preavviso e se sono obbligata ad accettare, visto che i miei orari non dipendono da capricci ma dall’esigenza di gestire una figlia. Il settore è quello alimentare. Poi vorrei sapere se al termine dei 3 mesi posso tranquillamente rifiutare la proroga senza rischiare di perdere la naspi visto che prima ero in naspi e che ne potrei beneficiare per un altro anno. Grazie</p>

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.