ore di permesso in funzione del numero di dipendenti

Home Diritti del lavoro Domande frequenti Ferie ore di permesso in funzione del numero di dipendenti

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Sindacato-Networkers.it Sindacato-Networkers.it 8 mesi, 2 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #5563

    Donato
    Partecipante

    Salve chiedo scusa per la risposta tardiva, per rispondere al vostro quesito, non sono un agente di commercio con contratto a partita Iva,  bensì un venditore assunto direttamente dalla ditta per cui lavoro con ccn del commercio con classica busta paga. Ma facendo un giro nei vari siti che si occupano di diritti dei lavoratori, ho capito che il numero di dipendenti che producono indipendentemente dalla azienda madre fanno numero a se, ma nel mio caso unica produzione unica, unica sede, come in tutte le aziende ci sono vari ruoli da coprire, produzione, amministrazione, vedite,  organizzazione ( magazzinieri ), pulizie della struttura aziendale, il tutto credo che vada a fornire il numero di dipendenti di una ditta. Giusto?

    • Questa risposta è stata modificata 8 mesi, 2 settimane fa da  Donato.
    • #5565
      Sindacato-Networkers.it
      Sindacato-Networkers.it
      Amministratore del forum

      Buongiorno Donato,

      ogni contratto collettivo nazionale può regolare i permessi in maniera diversa. Dovremmo vedere tutti i ccnl applicati nella sua azienda e confrontare gli articoli relativi ai permessi, come prima cosa.

      Per far valere le sue ragioni, provi intanto a vedere se nella sua lettera di assunzione o nella busta paga il tipo di ragione sociale (o il tipo di società di capitali) della sua azienda.

      Potrebbe essere utile per capire se è una singola società o un insieme di realtà aziendali con ragioni sociali diverse.

      Per quanto riguarda il CCNL commercio, i permessi retribuiti sono 88 ore annue per tutti. Poi ci sono alcune differenze tra le aziende con meno di 15 dipendenti e quelle con più di 15 dipendenti.

      L’articolo di riferimento è il 146.

      Tuttavia, le consiglio di andare in un nostro ufficio più vicino a lei con la lettera di assunzione e una busta paga, così da valutare l’ipotesi di una richiesta formale di informazioni sull’organizzazione societaria (o altro che emergerà dalla discussione col collega dell’ufficio territoriale) e l’applicazione dei ccnl nella sua azienda.

      Se mi dice dove lavora, le posso fornire i contatti dei nostri referenti sul territorio. Oppure, può cliccare sulla mappa dell’Italia che trova qui nel forum, nella colonna di destra.

      Cordialmente,

      Mario

  • #5535
    Sindacato-Networkers.it
    Sindacato-Networkers.it
    Amministratore del forum

    Buongiorno Donato,

    per chiarire meglio il quadro potresti scriverci quali sono le tue mansioni? Operi come venditore esterno o solo all’interno dell’azienda?

    L’agente di commercio in linea generale è un lavoratore autonomo a partita IVA. Se sei un venditore diretto (assunto con busta paga come hai scritto), e l’azienda applica a tutti i suoi dipendenti il CCNL Commercio, hai diritto alle ore di permesso come stabilito dal contratto collettivo nazionale.

    Da contratto, hai diritto alle ore di permesso dopo 2 anni dall’assunzione.

    Cordialmente,

    Mario

  • #5532

    Donato
    Partecipante

    Salve io sono un agente di commercio, con contratto collettivo nazionale lavoro nel settore commercio a tempo indeterminato, assunto da più di 4 anni, in una ditta che ha un unica sede ed ha più di 25 dipendenti,  ma le mie ore di permesso sono relative a un’azienda con meno di 15 dipendenti,  ho chiesto spiegazioni al consulente del lavoro che si occupa della redazione delle buste paga e mi è stato risposto  che noi commerciali, in totale 4, avendo un contratto diverso dai dipendenti della produzione e da quelli della amministrazione facciamo conto a parte, come se ognuno dei settori dovesse essere valutato singolarmente. Secondo questo ragionamento dovrei aspettare che la mia azienda assuma altri 12 agenti commerciali per poter dire che la mia ditta ha più di 15 dipendenti? Non si dovrebbero contare i dipendenti indipendentemente del settore aziendale ma con l’unica distinzione tra contratto a tempo indeterminato o part time per la valutazione del  ULA?

    • Questo argomento è stato modificato 9 mesi fa da  Donato.

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.