Patto di durata minima

Home Diritti del lavoro Domande frequenti Leggi-CCNL-Sentenze Patto di durata minima

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Sindacato-Networkers.it Sindacato-Networkers.it 6 mesi, 4 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #7932
    Sindacato-Networkers.it
    Sindacato-Networkers.it
    Amministratore del forum

    Buongiorno beaumont,

    credo che dovrebbe consultare un legale del lavoro, in tutta onestà non ritengo di poterla aiutare.

    Lei dice che sono passati 3 anni dall’impegno assunto, ma l’impegno ha validità per 5 anni e se lei anticipa le sue dimissioni, è proprio lì che lei ha fatto il patto e cioè, non dare le dimissioni prima dei 5 anni.

    Immagino (io) che si debba cercare un accordo con l’azienda per chiudere questa partita. Per questo credo si debba avvalere di un supporto legale.

    Noi siamo della Uiltucs, sindacato settore Terziario (Commercio), Turismo e Servizi, abbiamo Uffici Vertenze e strutture legali per poterla assistere, ci dica dove risiede potremmo indirizzarla ad un ns. ufficio.

    Saluti, Gioia

  • #7925
    beaumont
    beaumont
    Partecipante

    Buongiorno,

    avrei qualche dubbio riguardo ad una scrittura privata che ahimè ho firmato qualche anno fa.

    Ho un contratto a tempo indeterminato 1 livello CCNL commercio e per circostanze che non sto qui a spiegare, 4 anni dopo l’assunzione (quindi non in contratto di assunzione) ho firmato con l’azienda in forma di scrittura privata un patto di durata minima secondo il quale mi impegno a rimanere in azienda per 5 anni ricevendo un compenso in denaro una-tantum. La scrittura recita che se dovessi dare le dimissioni, tranne in caso di giusta causa, prima dei cinque anni devo restituire l’intero compenso, fatto salvo penali per la formazione e l’esperienza ricevuta.

    Premesso che ho incassato la cifra, i miei dubbi sono:

    non essendo una figura dirigenziale, può un tale patto durare 5 anni?

    se mi dimettessi e venissi meno in maniera unilaterale al patto per esempio trascorsi  3 anni, posso restituire i 2/5 invece dell’intera somma ricevuta? non dovrebbe essere riconosciuto l’impegno che ho mantenuto per 3 anni venendo meno a un mio diritto?

    infine, la penale per la formazione, premesso che trattasi solo di formazione on the job al massimo avrò fatto un corso in questi 3 anni.. non è già quantificata nella cifra che restituirò o l’azienda può rivalersi e pretendere ulteriore risarcimento?

     

    insomma mi suona un po’ tutto strano ma essendo ignorante in materia chiedo gentilmente aiuto…

     

    Grazie!

    • Questo argomento è stato modificato 6 mesi, 4 settimane fa da beaumont beaumont.

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.