Permesso non retribuito al posto della malattia

Home Diritti del lavoro Domande frequenti Salute e Sicurezza Permesso non retribuito al posto della malattia

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Sindacato-Networkers.it Sindacato-Networkers.it 4 mesi, 3 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #6677

    jessy888
    Partecipante

    Buonasera Mario,

    La ringrazio tanto per la sua risposta.

    Non ho superato i 180 giorni e non sono in prova. Il mio contratto è di 6 mesi CCNL acqua/gas a Firenze.

    L’agenzia interinale si rifà a questo estratto dal sito dell’INPS: “tempo determinato: l’indennità di malattia spetta, per tutti i giorni coperti da idonea certificazione, per un numero massimo di giorni pari a quelli lavorati nei 12 mesi immediatamente precedenti l’inizio della malattia da un minimo di 30 giorni ad un massimo di 180 giorni nell’anno solare. Il diritto cessa in concomitanza con la cessazione del rapporto di lavoro anche se avvenuta prima dello scadere del contratto. Il datore di lavoro non può corrispondere l’indennità per un numero di giornate superiore a quelle effettuate dal lavoratore alle proprie dipendenze; le restanti giornate sono indennizzate direttamente dall’Inps.” (link: https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=46120). Io nell’anno precedente ero disoccupata. Per questo volevo capire se è corretto che mi abbiano messo “permesso non retribuito” al posto della malattia (tutta certificata) visto che in questo modo non maturo neanche le ferie e i giorni di permesso.

    Grazie mille ancora,

    Jessy

    • #6686
      Sindacato-Networkers.it
      Sindacato-Networkers.it
      Amministratore del forum

      Buongiorno Jessy,

      sì, in questo caso dovrebbe essere così come le ha detto l’agenzia, dato che ha iniziato la malattia subito dopo l’assunzione.

      Tuttavia, l’indennità di malattia dovrebbe essere coperta dall’INPS per il periodo mancante.

      Cordialmente,

      Mario

  • #6670
    Sindacato-Networkers.it
    Sindacato-Networkers.it
    Amministratore del forum

    Buongiorno Jessy,

    no, l’indennità di malattia le spetta come tale. Si tratterebbe di aspettativa non retribuita nel caso in cui lei abbia superato il limite di 180 giorni (periodo di comporto) e non sia in prova, per esempio come nel ccnl commercio, che fa scattare ulteriori 120 giorni di aspettativa non retribuita, dietro comunicazione con raccomandata A/R prima della scadenza dei suddetti 180 giorni.

    Salvo che lei abbia mancato di comunicare la malattia all’agenzia e/o di inviare i certificati. Ma da quanto ha scritto, non mi risulta che ci sia stato questo problema.

    Le consiglio comunque di rivolgersi a un ufficio sindacale della sua città, così da controllare bene tutti i documenti (lettera di assunzione, ccnl applicato, busta paga, certificati di malattia) ed eventualmente agire nei confronti dell’agenzia interinale con una lettera di richiamo.

    Se mi scrive il ccnl che le applicano (lo trova scritto nella lettera di assunzione o nel modello UNILAV) e la città dove lavora, le posso indicare un ufficio più vicino a lei.

    Oppure può consultare la mappa blu dell’Italia che trova in questa pagina.

    Resto a disposizione e le auguro una buona giornata,

    Mario

     

  • #6667

    jessy888
    Partecipante

    Buongiorno,

    Ho cercato a lungo prima di scrivere se c’era già una discussione con questo argomento perciò spero che non ci sia niente di simile. In caso contrario mi scuso.
    Ho un contratto di somministrazione di 6 mesi (ccnl acqua/gas). L’anno precedente ero disoccupata. Dopo pochi giorni dall’inizio del contratto mi sono ammalata gravemente con ricoveri (tutto giustificato da certificati medici ed ospedalieri). Per via della malattia nei primi tre mesi di assunzione ho lavorato a singhiozzo alternando giorni lavorati ad assenze per malattia.
    L’agenzia interinale in tutti e tre i mesi mi ha pagato i giorni lavorati, alcuni giorni di malattia (pari ai giorni lavorati) e per il resto della malattia è stata messa la voce “permesso non retribuito”.
    E’ corretto che mi abbiano messo “permesso non retribuito” al posto della malattia (tutta certificata) visto che in questo modo non maturo neanche le ferie e i giorni di permesso?

    Grazie mille per il vostro aiuto,
    Jessy

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.