30 Ottobre 2020

W3Schools

Residuo vacanze non godute

Home Diritti del lavoro Ferie Residuo vacanze non godute

Visualizzazione 3 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #10002
      Sindacato-Networkers.itSindacato-Networkers.it
      Amministratore del forum

      Buongiorno,

      se posso permettermi, prima di mandare la comunicazione di dimissioni, le consiglio di valutare la sua situazione con i colleghi della UILTuCS per capire quali strade siano percorribili sia per lei sia per le aziende.

      Se ci sono le condizioni per fare una cessione di azienda, potrebbe mantenere i diritti e le tutele finora maturate.

      Sul nostro sito trova i contatti degli uffici più vicini a lei. In alternativa, mi scriva la città dove lavora e sarò lieto di indicarle i riferimenti.

      Saluti,

      Mario

    • #9996
      AvatarTonytroccoli
      Partecipante

      <p style=”text-align: left;”>Sig. Mario la ringrazio per la risposta esaustiva. In realtà per 5 anni, io e la mia ditta abbiamo lavorato se si può definire, in armonia. Le racconto come stanno realmente le cose. Martedì scorso, senza alcun preavviso i miei capi mi annunciano la vendita dell’azienda e il cambiamento di gestione dal 1°novembre. Ho notato una grave mancanza di delicatezza nei miei confronti. Però bravi nel curare i loro interessi. In pratica sembra che il mese di ottobre, anziché concedermi il residuo delle ferie che mi spettano, verrà dedicato al recupero delle finanze sfruttando le mie agognate ferie. Loro, dopo la cessione sanno poi liberi e io dovrò continuare fino all’anno prossimo senza sosta a lavorare. Questo per me rimane un gesto scorretto. La nuova gestione, con la quale ho parlato e con la cuale mi sono accordato per una continuità, ho saputo che vorrà riassumermi; la vecchia gestione vuole liquidarmi. Pensavo quindi di dare le dimissioni dando due settimane di preavviso con cessazione dal 15 ottobre. Non avendo ancora compiuto 5 anni di lavoro, le tempistiche di preavviso sono corrette? La cessazione del rapporto di lavoro andrebbe a compromettere a livello tecnico il nuovo rapporto di lavoro? </p>
      <p style=”text-align: left;”>Grato per una successiva risposta, porgo cordiali saluti.</p>
      Tony

    • #9995
      Sindacato-Networkers.itSindacato-Networkers.it
      Amministratore del forum

      Buongiorno,

      come prima cosa può verificare il residuo dei giorni di ferie sulla parte bassa della sua busta paga.

      La monetizzazione delle ferie è legittima solo in caso di cessazione del rapporto di lavoro.

      Il godimento delle ferie è un suo diritto sancito dalla legge! Semmai il datore di lavoro può disporre il piano ferie a seconda delle esigenze organizzative della sua azienda, sentito anche il parere dei suoi dipendenti.

      In generale, dovrebbe comunque avere un periodo consecutivo di riposo di 2 settimane.

      I giorni festivi sono quelli previsti a livello nazionale:

      25 aprile, 1 maggio, 2 giugno, 1 gennaio, 6 gennaio, lunedì di Pasqua, 15 agosto, 1 novembre 8 dicembre, 25 e 26 dicembre, Patrono della città.

      Ma consideri che a seconda delle esigenze aziendali, può lavorare ma con le maggiorazioni previste dal ccnl di riferimento.

      Per ulteriori informazioni e assistenza, le consiglio di sentire i colleghi della UILTuCS presenti nella città o provincia dove lavora.

      Trova i contatti cliccando sulla mappa blu dell’Italia presente in questa pagina.

      Saluti,

      Mario

    • #9985
      AvatarTonytroccoli
      Partecipante

      <p style=”text-align: left;”>Buongiorno, e grazie in anticipo per la piattaforma a disposizione. Ho un ccnl turismo/alberghi/esercizi pubblici matricola INPS 8144242968. Lavoro da 5 anni da compiere a ottobre in questa azienda, mi risulta che maturo 2,33 giorni al mese per un totale di 28 giorni circa all’anno. Ora tra che non si capisce mai come si devono usare questi giorni, se lavorativi, quali sono i festivi da escludere e 70 giorni di quarantena che hanno inquinato la regolarità lavorativa, il mio problema è il seguente: dal 7 settembre 2020 al 17 settembre 2020 siamo stati chiusi per ferie. Quanti giorni ancora mi spettano da godere? Puo la ditta decidere di non farmene godere più, pagandomi quei giorni contro la mia volontà? Quali sono i giorni festivi da non calcolare nei giorni effettivi di ferie?</p>
      Grazie!

Visualizzazione 3 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.