Retribuzione globale

Home Diritti del lavoro Domande frequenti Retribuzione globale

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Sindacato-Networkers.it Sindacato-Networkers.it 10 mesi, 2 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #6392
    Sindacato-Networkers.it
    Sindacato-Networkers.it
    Amministratore del forum

    Buongiorno Embassy,

    diciamo che ci sono alcune anomalie (prima il licenziamento e poi la “nuova” assunzione, la definizione di globale e il mancato riferimento all’indennizzo per le trasferte, reperibilità e straordinari) che vanno analizzate bene e meglio con un collega di un ufficio sindacale della città dove lavora.

    La legge prevede che si possa lavorare un massimo di 48 ore (incluso lo straordinario) per 7 giorni lavorativi.

    Il CCNL Terziario, con l’ultimo rinnovo, prevede una deroga in caso di picchi lavorativi straordinari che poi andranno recuperati in un altri periodi dell’anno.

    L’articolo 195 (retribuzione di fatto) esclude rimborsi di spese, compensi per lavoro straordinario, una tantum e altri elementi concordati tra le parti.

    Quindi, per capire bene come procedere, le consiglio ancora una volta di presentare i documenti di lavoro (lettera di assunzione, eventuale ccnl integrativo aziendale, le ultime 2-3 buste paga) a un nostro ufficio sindacale del terziario, così da valutare al meglio come procedere nei confronti del suo datore di lavoro.

    Cordialmente,

    Mario

  • #6379

    embassy
    Partecipante

    Salve a tutti, vorrei qualche informazione in merito a tale “dicitura”. Spero di essere nella sezione corretta, ad ogni modo, cerco di sintetizzare molto la cosa. A settembre dell’anno scorso sono passato da una azienda A ad una B (dello stesso proprietario) ma facendo un “normarle” licenziamento da A e assunzione “nuova” in B, come impiegato di 3 livello, CCNL del Terziario, Distribuzione e Servizi, facendomi aggiungere espressamente la maturazione dei ROL al 100% dal primo giorno.
    Quello che non AVEVO notato era appunto la parola GLOBALE.
    In soldoni se è capito bene ho firmato la mia condanna a morte, dichiarando di rinunciare all’indennizzo di trasferte, reperibilità e straordinari.
    Ora, come viene regolamentata questa cosa?
    Mi spiego, sul contratto non c’è un riferimento ne alle ore settimanali ne ai giorni ne all’orario d’ufficio. Se non ho gli straordinari pagati, quando posso lavorare in un giornata? per assurdo io potrei dover lavorare 16 ore al giorno. C’è un tetto massimo? Oltre il quale comunque ho diritto a qualcosa?
    (purtroppo mi sono fidato del loro “è tutto uguale”, e del fatto che ero già dipendente da 6 anni e mezzo, e invece senza dirmi niente e senza spiegarmi il significato di retribuzione globale, mi hanno fatto passare per fesso)

    help plz

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.