voucher digitalizzazione

Voucher digitalizzazione, come funziona?

Voucher digitalizzazione, come funziona?

A partire dalle ore 10.00 del prossimo 30 gennaio 2018, micro, piccole e medie imprese potranno inviare le istanze per richiedere i voucher digitalizzazione.

L’importo del voucher digitalizzazione non dovrà essere superiore a 10 mila euro.

Gli acquisti potranno essere relativi a hardware, software e servizi specialistici per digitalizzare i processi aziendali e favorire l’ammodernamento tecnologico.

I nuovi acquisti, secondo quanto stabilito dalla legge sull’agevolazione, dovranno essere fatti dopo aver prenotato i voucher.

Ciò che è stato acquistato deve permettere di:

  • migliorare l’efficienza aziendale;
  • modernizzare l’organizzazione del lavoro, mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;
  • sviluppare soluzioni di e-commerce;
  • fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
  • realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

L’importo del voucher digitalizzazione, comunque non superiore a 10 mila euro, può coprire al massimo il 50% del totale delle spese ammissibili.

La scadenza per la presentazione delle domande verrà chiusa alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018. Già dal 15 gennaio 2018 sarà possibile accedere alla procedura informatica e compilare la domanda nella sezione “Voucher digitalizzazione” del sito web del Ministero dello Sviluppo Economico.

Tutte le imprese ammissibili alle agevolazioni concorrono al riparto, senza alcuna priorità connessa al momento della presentazione della domanda.

Sul sito del MISE sono pubblicate le FAQ relative all’agevolazione.