Talenti in Rosa

0
67

MILANO – Donne che si raccontano e affrontano, senza pregiudizi e senza stereotipi, temi centrali per la propria esistenza come le violenze subite, la difficoltà di conciliare famiglia e lavoro, la richiesta di servizi sociali, il diritto alla salute.

Temi centrali per la società tutta ma troppo spesso relegati solo all’ambito del “femminile”.

Temi che “Femminile al Plurale”, progetto di Sindacato Networkers e Interactivecom.it, vuole rimettere al centro del dibattito pubblico.

Ieri la presentazione dell’iniziativa a Milano: un primo passo per far sì che queste tematiche vengano divulgate, condivise e, quando possibile, risolte.

L’ambizione è diventare un appuntamento a cadenza stabile, un “pensatoio” che sappia valorizzare il contributo femminile (e non solo) nell’ambito della lotta per i diritti, per il lavoro, per l’espressione artistica e la salute.

Un luogo di riflessione e confronto rispettoso della diversità delle opinioni (al plurale appunto) per dare vita a una rete di solidarietà, in grado anche di uscire dai confini nazionali. E, soprattutto, una “rete” che sappia elaborare proposte concrete per il cambiamento.

Per questo serve il contributo di tutti. Seguiteci sulla nostra pagina Facebook, su Twitter, sul sito web (attualmente ancora in costruzione) www.femminilealplurale.it. Mandateci proposte, osservazioni, suggerimenti, critiche. Vi ascolteremo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here