Rispondi a: spazi adeguati per pausa pranzo e materiale aziendale

Home Diritti del lavoro Domande frequenti Salute e Sicurezza spazi adeguati per pausa pranzo e materiale aziendale Rispondi a: spazi adeguati per pausa pranzo e materiale aziendale

#7445
Sindacato-Networkers.it
Sindacato-Networkers.it
Amministratore del forum

Buongiorno,

la legge non prevede un obbligo per il datore di lavoro di dare dei buoni pasto ai propri dipendenti.

Salvo se previsti dalla contrattazione collettiva, da un accordo individuale scritto in fase di assunzione o da contratto aziendale.

Per quanto riguarda la sala, il punto 1.11.2. (Refettorio) dell’allegato IV del decreto legislativo 81/08 prevede che:
1.11.2.1. Salvo quanto è disposto al punto 1.14.1. per i lavori all’aperto, le aziende nelle quali più di 30 dipendenti rimangono nell’azienda durante gli intervalli di lavoro, per la refezione, devono avere uno o più ambienti destinati ad uso di refettorio, muniti di sedili e di tavoli.
1.11.2.2. I refettori devono essere ben illuminati, aerati e riscaldati nella stagione fredda. Il pavimento non deve essere polveroso e le pareti devono essere intonacate ed imbiancate.
1.11.2.3. L’Ispettorato del lavoro può in tutto o in parte esonerare il datore di lavoro dall’obbligo di cui al primo comma, quando riconosce che non sia necessario.
1.11.2.4. Nelle aziende in cui i lavoratori siano esposti a materie insudicianti, sostanze polverose o nocive e nei casi in cui l’organo di vigilanza ritiene opportuno prescriverlo, in relazione alla natura della lavorazione, è vietato ai lavoratori di consumare i pasti nei locali di lavoro ed anche di rimanervi durante il tempo destinato alla refezione.

Per quanto riguarda i portatili aziendali, sarebbe utile capire se l’azienda vi ha fatto firmare – o tramite accordo sindacale – qualche documento che regoli la gestione dei portatili.

Infine, le consiglio di sentire un vostro rappresentante sindacale, se presente in azienda. In alternativa, provare a contattare il sindacato della sua categoria presente nella città dove lavora.

Se mi indica in quale città lavora e quale Ccnl (contratto collettivo nazionale di lavoro, che trova scritto nella lettera di assunzione o nel modello Unilav) le applicano, sarò lieto di scriverle i riferimenti.

Spero di essere stato di aiuto.

Saluti,

Mario