Rispondi a: Apprendistato e diritti dell\'Apprendista

Home Diritti del lavoro Domande frequenti Leggi-CCNL-Sentenze Apprendistato e diritti dell\'Apprendista Rispondi a: Apprendistato e diritti dell\'Apprendista

#7883
Avatar
FrancesZatti
Partecipante

Ciao di nuovo a tutti! Aggiungo una domanda, essendosi presentata oggi una nuova problematica.

La mia collega (full time 38 ore) aveva il termine dell’Apprendistato Professionalizzante al 28 Maggio. A Gennaio, per necessità di liberare un posto da apprendista che doveva essere dato ad un nuovo assunto, lei e il datore di lavoro hanno firmato il contratto che trasformava l’Apprendistato in Tempo Indeterminato a partire dall’1 Febbraio. A quel punto lei, per insorti problemi sia personali sia lavorativi, ha dato le dimissioni telematiche con valenza dal 30 Aprile. Poco dopo si è scoperto che il datore di lavoro non aveva ancora fatto registrare il nuovo contratto a tempo indeterminato, quindi lei in teoria è ancora assunta come apprendista. In questo periodo di ‘preavviso’ lei e il datore di lavoro si son accordati per smaltire un po’ di ferie accumulate, quindi io la vedo molto poco in ufficio. Dovrebbe passarmi le consegne, ma non c’è mai! Sappiamo bene che in caso di ferie nel periodo di preavviso, il termine slitta in là, ma in questo caso il datore è comunque intenzionato a terminare il suo contratto al 30 Aprile, solo non vuole avere ferie arretrate da pagarle.

Nelle ultime due settimane il datore ha iniziato a trattarla malissimo. Le urla dietro in continuazione, le ha detto cose al limite della diffamazione sostendo che ha rubato dei soldi (cosa che non era nemmeno nella posizione di poter fare!), le dà orari di lavoro assurdi (9.00-10.00 e poi 16.30-19.00, il resto ferie) che cambiano di continuo e poi si lamenta con lei non ha tempo di finire i lavori…una situazione che per lei è diventata intollerabile, piange di continuo e sta per esplodere.

Ci chiedevamo……se lei smettesse di presentarsi fin da ora, a cosa va incontro? Questi comportamenti del datore di lavoro si qualificano come attenuante, oppure avrebbe ugualmente una penale da pagare avendo recesso anticipatamente il preavviso?

E di quanto potrebbe mai essere quesga penale, considerato anche che ha circa 5 settimane di ferie arretrate che le dovrebbero essere retribuite?

Ma soprattutto c’è un modo in cui lei potrebbe mettere ‘a verbale’ quello che sta succedendo e rendere chiaro che non se ne sta andando perchè non vuole passare le consegne ma perchè le viene reso quasi impossibile lavorare? Noi non abbiamo le risorse umane in ufficio, ma abbiamo un ufficio esterno che ci segue per paghe e contratti, potrebbero fare qualcosa loro o sono ‘dalla parte’ del datore di lavoro?

Spero di aver reso chiaro cosa intendo e vi ringrazio di nuovo

Francesco e Chiara