Rispondi a: Trasferta ccnl commercio

Home Diritti del lavoro Domande frequenti Leggi-CCNL-Sentenze Trasferta ccnl commercio Rispondi a: Trasferta ccnl commercio

#8356
Sindacato-Networkers.it
Sindacato-Networkers.it
Amministratore del forum

Buongiorno,

bisogna capire intanto se nella lettera di assunzione è prevista una sede aziendale dove lei, sulla carta, presta il suo lavoro.

Se non viene citato il luogo di lavoro (sede aziendale), insieme al fatto che svolge sempre il suo lavoro in continua mobilità e la presenza di un’indennità o una maggiorazione fissa, andrebbe inquadrato come trasfertista (Legge n. 225 dell’1 dicembre 2016), cioè come lavoratore senza una sede fissa, e con altre indennità.

Scritto questo, ecco cosa prevede il Ccnl Terziario sulle missioni:

Art. 167 – Missioni
L’azienda ha facoltà di inviare il personale in missione temporanea fuori della propria residenza.
In tal caso al personale – fatta eccezione per gli operatori di vendita – compete:

  1. il rimborso delle spese effettive di viaggio;
  2. il rimborso delle spese effettive per il trasporto del bagaglio;
  3. il rimborso delle spese postali, telegrafiche ed altre, sostenute in esecuzione del mandato nell’interesse dell’azienda;
  4. una diaria non inferiore al doppio della quota giornaliera della retribuzione di fatto di cui all’art. 195; qualora non vi sia pernottamento fuori sede la diaria verrà ridotta di un terzo.

Per le missioni di durata superiore al mese verrà corrisposta una diaria ridotta del 10%.

Analogamente si procederà quando le attribuzioni del lavoratore comportino viaggi abituali.
In luogo delle diarie di cui al n. 4) del secondo comma, nonché della diaria di cui al terzo comma del presente articolo, il datore di lavoro ha facoltà di corrispondere il rimborso a piè di lista delle spese di vitto e alloggio, con trattamento uniforme per tutto il personale.

Per brevi trasferte in località vicine verrà rimborsata la spesa effettiva del viaggio e quella di soggiorno.

A quanto definito dall’articolo succitato, bisogna considerare pure l’eventuale presenza di accordi aziendali che disciplinano la trasferta o la figura del trasfertista.

Spero di essere stato utile. Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordialmente,

Mario

P.S.: ho provveduto a cancellare il post doppione.