Non profit: più professionisti, meno volontari

Post by: 12/04/2012 0 comments 725 views

MILANO – Il settore non profit si sta gradualmente professionalizzando: aumenta infatti la componente rappresentata dai lavoratori dipendenti, oggi al 39% (mentre era al 15% nel 2006) e diminuisce l’incidenza dei volontari che oggi sono 36% (contro il 65% nel 2006).

È quanto emerge dall’indagine sulle prassi retributive e gestionali nel non profit, presentato oggi a Milano dall’associazione Sodalitas.

IL GAP RETRIBUTIVO – L’indagine rileva un gap retributivo rispetto al settore profit che assume caratteristiche molto marcate per i ruoli direttivi: i top manager del non profit infatti guadagnano, mediamente, un terzo rispetto ai colleghi del profit.

Quanto ai benefit aziendali: solo il 45% delle organizzazioni non profit li include nella propria prassi retributiva, contro il 90% delle aziende profit.

IL CONFRONTO – Il Terzo settore italiano perde il confronto con le grandi charity e le grosse strutture ospedaliere del Regno Unito e degli Stati Uniti: in questi paesi infatti le retribuzioni profit e non profit sono sostanzialmente allineate.

Un altro dato riscontrato dalla ricerca è quello del Turn Over molto accentuato nel Terzo Settore: ogni anno infatti entrano in organico un dipendente nuovo su tre (32%) e quattro lavoratori non dipendenti su dieci (39%).

Il terzo settore si caratterizza comunque per un’attenzione molto forte verso le esigenze individuali dei collaboratori, in termini di flessibilità dell’orario di lavoro e  di forme di prestazione d’opera non tradizionali.

IL TELELAVORO – Il 35% delle organizzazioni non profit infatti ricorre al telelavoro o al lavoro remoto; oltre il 50% dei dirigenti permette ai propri collaboratori di gestire in modo flessibile ferie e orario di lavoro; il 75% riconosce la gestione flessibile dei permessi.

Infine il terzo settore dimostra maggior equlibrio del Profit per quanto riguarda la distribuzione di genere: mentre nel profit due dipendenti su tre sono uomini, nel non profit i dipendenti maschi sono il 41% e le donne sono il 59%.

Non profit: più professionisti, meno volontari ultima modifica: 2012-04-12T00:00:00+00:00 da Redazione

Scrivi ora un commento

Assicurati di scrivere le informazioni obbligatorie (nome, email). Il codice HTML non è consentito